SOCIETÀ BIBLIOTECHE DIGITALI BIBLIOTECA ATTIVITÀ DI RICERCA ATTIVITÀ EDITORIALE LINK UTILI « Home «
 
Eventi Futuri
Eventi Passati
Iscriviti e sostieni
Biblioteche digitali
HOME Attività editoriale Listino
 

Listino

Centocinquant'anni di storia
F. Mambrini
Rileggendo il Liber iurium II. Il Monferrato e i suoi marchesi
L’articolo si propone di analizzare come vengano rappresentati nel Liber iurium II i rapporti tra Genova e il Monferrato, con i titolari del potere e con il territorio. Tre sono le figure marchionali che si incontrano: Giovanni II, Teodoro II e Giangiacomo, della dinastia dei Paleologi. La disamina della esigua documentazione mette in luce come i tre personaggi non risultino veri interlocutori diretti di Genova, ma piuttosto attori secondari in vicende che suscitano l’attenzione del Comune in ragione del loro risvolto territoriale, elemento che costituisce il ‘filo conduttore’ di tutto il Liber II.
Parole chiave: diplomatica, Genova, Libri iurium, Monferrato, secoli XIV-XV
Reading the Liber iurium II again. The Monferrato and his marquises
The article aims to analyze how the relations between Genoa and Monferrato – particularly the relations with the holders of power and with the territory – are represented in the Liber iurium II. Three are the figures that we meet: Giovanni II, Teodoro II and Giangiacomo, all members of the Paleologa dynasty. The examination of the scarce documentation shows that the three marquises are not true interlocutors of the comune, but rather secondary actors in events that attract the attention of the comune because of their territorial aspects, an element that is the ‘leitmotif’ of all Liber II
Keywords: diplomatic, Genoa, Libri iurium, Monferrato, XIVth-XVth centuries.

V. Ruzzin
La Bonna Parolla. Il portolano sacro genovese
Edizione e commento della versione genovese, recentemente rinvenuta, della litania medievale nota come Santa Parola, espressione geografica di devozione marittima.
Parole chiave: Archivi genovesi, devozione popolare, marineria medievale, portolano, preghiera
The Bonna Parolla. The Genoese “holy portolan”
Critical edition with commentary of the Genoese version, recently discovered, of the medieval litany known as Santa Parola, geographical expression of maritime devotion.
Keywords: Genoese Archives, medieval seamanship, popular devotion, portolan., prayer

A.-M. Graziani
Marc’Antonio Ceccaldi, uno storico umanista corso
Marc’Antonio Ceccaldi (1520 ca.-1561) fu il misconosciuto autore di una storia della Corsica dal 1525 al 1559 inclusa nella Historia di Anton Pietro Filippini. Colto umanista e notabile dalle parentele influenti, Ceccaldi fornisce del rapporto tra i governanti genovesi e la Corsica una visione contrattualista, rispettosa del ruolo dei notabili. Partigiano di Genova nelle guerre di Corsica di metà ‘500, presenta il conflitto in maniera disincantata e discordante dalle visioni eroicizzanti affermatesi in seguito. Sottovalutato a lungo anche per questo, merita oggi di essere riconsiderato.
Parole chiave: Banco di San Giorgio, Corsica, Genova, secolo XVI, Storiografia
Marc’Antonio Ceccaldi, an humanist historian from Corse
Marc’Antonio Ceccaldi (1520 circa.-1561) is the little-known author of a history of Corsica from 1525 to 1559 included in Historia by Anton Pietro Filippini. A cultured humanist and a local aristocrat with influential relatives, Ceccaldi describes the relationship between the Genoese rulers and Corsica as contractualist and brings to light the important role played by the Corsican aristocracy in this relationship. A partisan of the Genoese during the Corsican wars that took place in the middle of the 16th century, he gives a disillusioned account of the conflict, opposed to the heroic vision that would later prevail. Underestimated for a long time for precisely this reason, Ceccaldi deserves to be reconsidered
Keywords: Banco di San Giorgio, Corse, Genoa, Hystoriography, XVIth century

R. Moresco
Gioan Maria Olgiati « ingegnero » in Corsica e a Capraia tra il 1539 e il 1554
Nel 1539 l’ingegnere militare Gioan Maria Olgiati riceve dalle Compere di San Giorgio l’incarico di studiare il rafforzamento delle difese della Corsica per proteggerla dalle incursioni dei corsari turchi. Al suo ritorno a Genova progetta la città di Porto Vecchio, e successivamente anche le difese dell’isola di Capraia. Tra il 1552 e il 1554 viene impiegato dalle Compere come consulente per la realizzazione di opere di rinforzo delle difese delle città di Bonifacio e Calvi minacciate dalla flotta franco-turca
Parole chiave: Capraia, Corsica, fortificazioni, Olgiati, Porto Vecchio
Gioan Maria Olgiati « engineer » in Corsica and in Capraia between 1539 e il 1554
In 1539 the military enginner Gioan Maria Olgiati is charged by the Compere di San Giorgio to study the strengthening of the Corsica’s defences, to protect the island from the attacks of the Turkish corsairs. On his return to Genoa he design the town of Porto Vecchio , and afterwards the defences of Capraia island. Between 1552 and 1554 he is employed by the Compere, as consultant, for the improvement of the defecences of the town of Bonifacio and Calvi threatened by the French-Turkish fleet
Keywords: Capraia, Corsica, fortifications., Olgiati, Porto Vecchio

A. Roccatagliata
Per una biografia di Antonio Roccatagliata
Da una lunga ricerca presso la sezione notarile dell’Archivio di Stato di Genova sono emersi documenti importanti e sconosciuti su Antonio Roccatagliata (1535 ca.-1608). Lo spoglio delle sue filze e di altri notai coevi ha offerto inedite informazioni sulla vita privata e professionale, gli incarichi amministrativi e politici e il costante coinvolgimento nell’attività editoriale del prestigioso patrizio genovese
Parole chiave: Antonio Roccatagliata, Archivio di Stato di Genova, biografia, Fondo notarile
For a biography of Antonio Roccatagliata
After a long research in the notarial archives of the Archivio di Stato of Genoa important and unknown documents were found. These documents drawn up by Antonio Roccatagliata (1535 ca.-1608) and other contemporary notaries offered new informations about private life, professional activity, administrative and government roles and publishing of the important Genoese patrician
Keywords: Antonio Roccatagliata, Archivio di Stato of Genoa, biography, Notarial archives.

J.M. Sánchez Peña
La capilla de la nación genovesa en Cádiz
Durante la restauración de la capilla de la Nación Genovesa de la Catedral Vieja de Cádiz, apareció en el zócalo del retablo una caja marmórea, la primera piedra de la capilla. Contenía en su interior una placa de cobre con una inscripción, aportando valiosos datos sobre la obra y los comitentes, vinculados en 1670 a la colonia genovesa en Cádiz. La restauración se desarrolló con motivo de la Exposición “La imagen reflejada. Andalucía espejo de Europa” (Noviembre 2007 - Enero 2008), efectuada en dicho templo
Keywords: Cádiz, capilla de la Nación Genovesa, Catedral Vieja, primera piedra
The Chapel of the Genoese Nation in Cadiz
During the restoration of the chapel of the Genoese Nation in the Old Cathedral in Cadiz, in the base of the altar, it appeared a marble box, the foundation stone of the chapel. Inside it, it was found a copper plate with an inscription reporting important data about the work and the clients, strictly connected in 1670 with the Genoese community in Cadiz. The restoration was carried out because of the Exhibition “La imagen reflejada. Andalucía espejo de Europa” (November 2007 - January 2008), that took place in the Old Cathedral
Keywords: Cadiz, Chapel of the Genoese, Foundation stone, Old Cathedral.

D. Sanguineti
Assetti corporativi tra obblighi e rivendicazioni: gli scultori in legno e i bancalari nella Repubblica di Genova
Il contributo indaga l’aspetto sociale dell’arte dell’intaglio a Genova nel corso del Seicento e del Settecento. Alcuni documenti inediti contribuiscono a chiarire la progressiva presa di coscienza di colui che trattava la scultura di figura rispetto alla categoria degli intagliatori, che comprendeva anche falegnami e mobilieri e che veniva appellata Arte dei bancalari
Parole chiave: Anton Maria Maragliano, Barocco, Domenico Bissoni, Filippo Parodi, Genova, Giovanni Battista Bissoni, secoli XVII-XVIII
Corporations among obligations and claims: “bancalari” and the woodcarvings in the Republic of Genoa
The contribution is concerned with the social Woodcut in Genoa between the seventeenth and eighteenth centuries. Some unpublished documents are useful to understand the knowledge of him who was in charge of the sculpture with respect to the category of the carvers, carpenters and furniture which also included and what was called “Arte dei bancalari”
Keywords: Anton Maria Maragliano, Baroque, Domenico Bissoni, Filippo Parodi, Genoa, Giovanni Battista Bissoni, XVIIth-XVIIIth centuries

S. Pagano
La bottega del Maragliano per Portio e Bergeggi: spunti d’archivio
Un’inedita documentazione presso l’Archivio Diocesano di Savona-Noli ha permesso di assegnare ad A.M. Maragliano una scultura in legno policromo, il Cristo Risorto della chiesa del Santo Sepolcro di Portio (frazione di Vezzi Portio, Savona), scolpito dall’artista nel 1737, e di aggiungere altra documentazione a quella già nota del Crocifisso dello stesso Maragliano nella chiesa di Bergeggi. Dallo stesso archivio è emersa anche la documentazione di un’altra scultura lignea della chiesa di Portio, la Madonna del Rosario realizzata a Genova da un ignoto e tardo seguace del Maragliano nel 1788
Parole chiave: Anton Maria Maragliano, Bergeggi, Portio, scultura lignea
The workshop of Maragliano for Portio and Bergeggi: archives cues
Based on an unpublished document from the Diocesan Archive of Savona-Noli, it was possible to award to A.M. Maragliano a sculpture in polychrome wood, carried out in 1737, The resurrected Christ in the church of Holy Sepulchre in Portio (near Vezzi Portio, Savona). In the same archive it was also found the documents about an already known Crucifix by the same artist in the church of Bergeggi, and about another wooden statue in the church of Portio, the Lady of Rosary carved in Genoa in 1788 by an unknown and late follower of Maragliano
Keywords: Anton Maria Maragliano, Bergeggi, Portio, wooden sculpture.

L. Puccio Canepa
Confraternite laicali a Chiavari. Dagli scopi religiosi e assistenziali alle committenze artistiche
Alcune opere d’arte presenti a Chiavari e sopravvissute agli eventi storici e alle dispersioni napoleoniche, sono espressione di un gruppo di confraternite che operarono nella città dalla metà circa del XV alla fine del XVIII secolo. Esse si formarono soprattutto dopo il Concilio di Trento nell’ambito della più antica Compagnia di Nostra Signora della Valle per l’adesione dei membri o di una parte di essi a sodalizi insediati in altre città;memori tuttavia della comune origine collaborarono all’educazione religiosa del popolo o alla sua assistenza durante crisi economiche o emergenze sanitarie.
Parole chiave: Chiavari, confraternite, pittura ligure, scultura ligure, secoli XV-XVIII
Laic confraternities in Chiavari. From religious and assistance aims to artistic sponsorship
Some works of art wich survived to historical and Napoleonic dissipation show the devotion of a group of confraternities operating in Chiavari from around mid-15th century to the end of 18th century. They were formed during different periods and mostly after the Council of Trento within the oldest Confraternity of Our Lady of the Valley for the adhesion of the members or a part of them to associations established in other towns; mindful, however, of the common origins, they cooperated to the religious education of people or to their assistance during economical crisis or sanitary emergencies
Keywords: Chiavari, confraternities, ligurian picture, ligurian sculpture, XVth-XVIIIth centuries.

D. Debernardi
Le Carte Pacchioni-Vitelli. Inventario
L’inventario presenta le carte familiari di Marilli Pacchioni (Genova) inerenti soprattutto il pediatra Dante Pacchioni, suo padre, ed il papirologo Girolamo Vitelli, suo nonno materno
Parole chiave: archivi familiari, Dante Pacchioni, Genova, Girolamo Vitelli, papirologia, pediatria
Pacchioni-Vitelli Family Papers. Inventory
This inventory represents miscellaneous papers collected by Marilli Pacchioni (Genoa) and mainly concerning the paediatrician Dante Pacchioni and the papyrologist Girolamo Vitelli, her father and grand-father respectively
Keywords: Dante Pacchioni, family archives., Genoa, Girolamo Vitelli, paediatrics, papyrology

 
Come raggiungerci »
Orari di apertura »
Palazzo Ducale
piazza Giacomo Matteotti, 5
16123 GENOVA
 
casella postale 1831
16100 GENOVA CENTRO
@: storiapatria.genova@libero.it
R: redazione.slsp@yahoo.it
T: +39 010 0010470
C.F. 00674220108
IBAN: IT33 C05034 01424 0000000 10831
C.C. Postale: 14744163
www.storiapatriagenova.it
Mappa del sito »
~ Società Ligure di Storia Patria ~
Informativa sull'uso dei cookie