SOCIETÀ BIBLIOTECHE DIGITALI BIBLIOTECA ATTIVITÀ DI RICERCA ATTIVITÀ EDITORIALE LINK UTILI « Home «
 
Eventi Futuri
Eventi Passati
Iscriviti e sostieni
Biblioteche digitali
HOME Digital Library   Biblioteche digitali
 
Quaderni della Società Ligure di Storia Patria, 2, Genova, Società Ligure di Storia Patria. Con la collaborazione della Deputazione Subalpina di Storia Patria, 2015
B.A. Raviola
Genova per noi. Feudatari, nobili, banchieri e altri liguri nel Piemonte della prima età moderna
La complessa interazione tra le regioni che oggi chiamiamo Piemonte e Liguria affonda le sue radici in epoche antiche trovando senz’altro un’espressione multiforme – sia a livello territoriale sia sul piano prosopografico – a partire dalla prima età moderna. Con il primo ricompattarsi degli stati regionali, il confine iniziò a farsi sensibile e le appartenenze a radicalizzarsi. I “genovesi”, come erano definiti talora genericamente i liguri in Piemonte, erano prima di tutto feudatari di numerose terre dell’area meridionale della regione: Pallavicino, Doria, Centurione, Imperiale sono cognomi attestati tanto in spazi indipendenti quali il Monferrato e il poco studiato Marchesato di Ceva quanto in ambiti prettamente sabaudi e/o al limitare dei feudi imperiali e pontifici che punteggiavano il Ducato. Poi, come alcuni Grimaldi o i da Passano, erano mercanti e banchieri approdati alla corte di Torino secondo incarichi e competenze finanziarie non dissimili da quelle esercitate presso la monarchia spagnola. Di alcuni dei loro percorsi, senza pretesa di esaustività, si vuole dar conto, nella certezza che i fili rossi politico-istituzionali e socio-culturali fra le due sfere siano tenaci seppure misconosciuti, anche nonostante momenti di crisi come la guerra del 1625.
Parole chiave: Feudatari, Frontiere, Genova, Mercanti, Piemonte
Genoa for us. Feudatories, Merchants and Bankers from Liguria in the early modern Piedmont
From the early modern period, the complex interaction between regions that today are called Piedmont and Liguria is very ancient and articulated from a territorial and prosopographical point of view. During the state-building process, the boundary became more sensitive radicalizing a sense of belonging. First of all, the “Genoese”, as generically the Ligurians in Piedmont were thus called, were feudatories in many southern lands of the region: surnames such as Pallavicino, Doria, Centurione, Imperiale are locally present in independent spaces like the Dukedom of Monferrato, in the little known Marquisate of Ceva, in the Sabaudian area and in the imperial and pontifical fiefs spread across the dominions of Savoy. Some of them, like various Grimaldi or da Passano, went to Turin as merchants and bankers carrying out financial businesses similar to dealings done with the Spanish crown. The chapter aims to focus on some of these links and networks showing how political, institutional, social and cultural relationships between the two areas were solid, even if almost unknown and despite critical moments such as the war of 1625.
Keywords: Boundaries, Feudatories, Genoa, Merchants, Piedmont

Scarica il PDF

 
Come raggiungerci »
Orari di apertura »
Palazzo Ducale
piazza Giacomo Matteotti, 5
16123 GENOVA
 
casella postale 1831
16100 GENOVA CENTRO
@: storiapatria.genova@libero.it
R: redazione.slsp@yahoo.it
T: +39 010 0010470
C.F. 00674220108
IBAN: IT33 C05034 01424 0000000 10831
C.C. Postale: 14744163
www.storiapatriagenova.it
Mappa del sito »
~ Società Ligure di Storia Patria ~
Informativa sull'uso dei cookie